Sei un'agenzia? Registrati | Login
sei in home - BENEVENTO

BENEVENTO

Quarto capoluogo della Campania, città sannitica, romana, longobarda e poi pontificia, Benevento vanta un buon patrimonio storico ed archeologico. Una leggenda che risale al medioevo la vuole la "città delle streghe", fama che sopravvive ancora oggi.

La città si trova nell'entroterra appenninico della Campania, nella parte meridionale della regione storica del Sannio, in una posizione quasi equidistante dai mari Tirreno e Adriatico.

È posta in una conca circondata da colline; ad ovest in particolare, oltre la Valle Vitulanese, si trova il massiccio del Taburno Camposauro: le sue cime, viste dalla città, disegnano la sagoma di una donna distesa, la Dormiente del Sannio.

Dalla parte più alta della città si possono scorgere le cime del Monte Mutria e del Matese a nord-ovest, l'alta cortina del Partenio con il monte Avella a sud, il brullo Trimunzio montecalvese a sud-est e le appendici dei Monti Dauni a est.

La città è attraversata da due fiumi: il Calore, affluente del Volturno, e il Sabato, che confluisce nel Calore in contrada Pantano, poco ad ovest del centro cittadino.

Il territorio su cui si estende la città è piuttosto ondulato. Il suo centro infatti si eleva su una collina nel mezzo della vallata, ed alcune contrade sorgono su altre colline circostanti. L'altezza media sul livello del mare è pari a 135 m, con una minima di 80 m ed una massima di 495 m, pari ad un'escursione di 415 m.

Da visitare

L' Arco di Traiano: Eretto nel 114 per celebrare il prolungamento della Via Appia da Benevento a Brindisi.

Il Duomo: Il maestoso Duomo di Benevento, fondato nel VII secolo d.C. e consacrato al vescovo Davide, sorge nel centro storico della città. Nel corso degli anni è stato più volte ristrutturato soprattutto in seguito ai bombardamenti verificatesi durante la Seconda Guerra Mondiale, in cui andò parzialmente distrutto: vennero recuperate soltanto la facciata duecentesca, il campanile del 1280 e la Cripta.

Il Museo diocesano: Vi sono custoditi i frammenti della porta centrale del Duomo: formelle, di cui molte raffigurano la vita di Cristo, alcune servivano per sorreggere i battenti, una ritrae l'arcivescovo che riceve il cero e le ultime raffigurano i vescovi dell'arcidiocesi di Benevento.

Il Teatro Romano: Gli spettacoli, ancora oggi in scena, iniziarono sotto Adriano che commissionò la costruzione dell'edificio. Rimane del complesso originario, la cavea con la scena e il primo ordine di notevoli proporzioni.

La Rocca dei Rettori: Fu costruita nel 1321 per volere di papa Giovanni XXII. L'ambiente interno è suddiviso in tre grandi piani e la maggior parte di questi è occupata dalla sezione storica del Museo del Sannio, con documenti che dall'età romana arrivano al secolo XIX.